ludovicobenedetto.com
1 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
2 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
Le spalle di chi ci protegge ogni giorno. Le spalle del Comandante Pierluigi Bogliacino che mi ha gentilmente accolto nella caserma di Chivasso e mi ha dato l’occasione di conoscere meglio la vita in caserma e le attività svolte dalle forze dell’arma italiana.

Nel nostro paese in media ogni anno vengono commessi quasi 3 milioni di crimini che vanno dai casi più leggeri di furto ai casi più complicati di omicidio. La responsabilità di tutelare le vittime, di difenderci ogni giorno da questo enorme ammontare di crimini è affidata quotidianamente alle forze dell’arma che in totale contano 5 comandi interregionali, 19 comandi di legione, 102 comandi provinciali, 12 comandi di gruppo, 534 comandi di gruppo e 4589 stazioni.
Territorialmente le stazioni dei carabinieri sono chiamate a gestire uno o più comuni e tutti i tipi di crimini o minacce all’ordine pubblico che si possono venire a creare; nel caso del presidio di Chiasso, il comandante Pierluigi deve gestire, insieme a soli 180 uomini, un territorio che comprende 32 comuni alle porte di Torino. In ogni comune è presente un presidio territoriale che fanno riferimento alla caserma di Chivasso.
3 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
All’interno della caserma di Chivasso si trovano vari reparti : il nucleo operativo che si occupa di tutti i tipi di reati, il nucleo radio mobile comunemente soprannominato “gazzelle”, che sono in turno sulle 24 ore distanziate sul territorio ed un piccolo team di scientifica.
Nelle città italiane più grosse, come Torino, ci sono organi che hanno competenza su tutta la provincia e che in caso di reati gravi si attivano per dare supporto ai presidi territoriali più piccoli.
I reparti che si occupano di crimini specifici come reati informatici o crimini legati alla droga sono composti da personale specializzato tenuto a frequentare continui corsi di aggiornamento.
I vari reparti non sono separati come si può pensare ma collaborano costantemente perché molte volte i crimini sono connessi tra loro e le procedure di investigazione alla base sono molto simili.
I singoli presidi hanno rapporti costanti con le autorità politiche, gli ospedali, la polizia municipale e anche i privati con i quali collaborano costantemente.
4 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
Dal punto di vista del percorso formativo non è semplice entrare nelle forze dell’ordine infatti, nel nostro paese oltre al diploma liceale è obbligatorio laurearsi in accademia o in una dei diversi tipi di scuole militari.
I percorsi formativi d'accademia, compreso il proseguimento dei corsi che si segue presso le scuole d'applicazione d'arma post-accademia, durano 4 o 5 anni (comprensivi anche di lunghi periodi di tirocinio di Reparto, e del conseguimento degli eventuali brevetti necessari per la propria arma / specialità di assegnazione).
5 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
6 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
7 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
8 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
9 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
10 / 10 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
La vita di caserma è sempre molto frenetica, all’entrata troverete sempre un militare di servizio alla caserma che ha il compito di ricevere il pubblico può variare da 20 persone in una giornata morta a 60/80 nelle giornate piene. Il telefono della centrale operativa squilla ininterrottamente e molte persone vengono in caserma anche per non concretizzare reati ma per chiedere come comportarsi in determinate situazioni. Assistere al via vai ininterrotto di persone è stato davvero sorprendente per me.
Questa frenesia è presente in ogni caserma e su ogni membro dei carabinieri; 105mila persone che sono chiamate a gestire quasi 3 milioni di crimini ogni anno,



Se avete bisogno chiamate il 112 ci sarà sempre qualcuno a rispondere.

FACES BEHIND SERVICES

Rientrano nella nozione di servizi pubblici quel complesso di attività prestate nei riguardi degli utenti per il soddisfacimento di bisogni collettivi.

Tutti ne usufruiamo in Italia, molti li elogiano ed altrettanto li criticano ma chi sono le persone dietro i servizi?

loading